RESP. PRIVACY

DGPR – ART. 28 COMMA 1: “Qualora un trattamento debba essere effettuato per conto del titolare del trattamento, quest’ultimo ricorre unicamente a responsabili del trattamento che presentino garanzie sufficienti per mettere in atto misure tecniche e organizzative adeguate in modo tale che il trattamento soddisfi i requisiti del presente regolamento e garantisca la tutela dei diritti dell’interessato”.      

L’Amministratore Condominiale ed immobiliare Francesco Ristori Monaco è socio Federprivacy dal 12.11.2017 (tessera n. AI10163050) come si può verificare su Federprivacy.org.

COMPITI PRINCIPALI DEL RESPONSABILE PRIVACY IN BASE AL DGPR

Il Responsabile Privacy deve in primo luogo:

  1. Garantire che le persone autorizzate al trattamento dei dati personali si siano impegnate alla riservatezza ed abbiano un adeguato obbligo legale alla riservatezza (art. 28, comma 3 lettera b)
  2. Tenendo conto della natura del trattamento, assistere il titolare del trattamento con misure tecniche e organizzative adeguate, nella misura in cui ciò sia possibile, al fine di soddisfare l’obbligo del titolare del trattamento di dare seguito alle richieste per l’esercizio dei diritti dell’interessato (art. 28, comma 3 lettera e), i diritti dell’interessato riconosciuti dal DGPR, che nel caso del Condominio trovano limiti nella disciplina che regola la materia condominiale (limitazioni previste dall’art. 23 del DGPR), sono:
    1. Diritto di accesso (art. 15)
    2. Diritto di rettifica (art. 16) e Diritto alla cancellazione (o “diritto all’oblio”, art. 17)
    3. Diritto di limitazione del trattamento (art. 18)
    4. Diritto alla portabilità dei dati (art. 20)
    5. Diritto di opposizione (art. 21)
  3. Assistere il titolare del trattamento nel garantire il rispetto degli obblighi di cui agli articoli da 32 a 36 del regolamento, tenendo conto della natura del trattamento e delle informazioni a disposizione del responsabile del trattamento (art. 28, comma 3, lettera f). Tali obblighi sono:
    1. La sicurezza del trattamento (art. 32)
    2. La notifica di una violazione dei dati personali all’autorità di controllo (art. 33)
    3. La comunicazione di una violazione dei dati personali all’interessato (art. 34)
    4. La valutazione d’impatto sulla protezione dei dati (art. 35)
    5. La consultazione preventiva dell’autorità di controllo (art. 36)
  4. Mettere a disposizione del titolare del trattamento tutte le informazioni necessarie per dimostrare il rispetto degli obblighi e consentire e contrire alle attività di revisione, comprese le ispezioni, realizzati dal titolare del trattamento o da un altro soggetto da questi incaricato (art. 28 comma 3 lettera h)

Si precisa per chiarezza che, per quanto attiene il condominio, titolare del trattamento è il Condominio stesso che opera attraverso il suo legale rappresentante (l’amministratore).

Per completezza si ricorda che, tra gli obblighi del responsabile del trattamento, vi è quello, se ci si pensa abbastanza ovvio, previsto dall’art. 28 comma 3 lettera g che impone che “su scelta del titolare del trattamento, [il responsabile] cancelli o gli restituisca tutti i dati personali dopo che è terminata la prestazione dei servizi relativi al trattamento e cancelli le copie esistenti, salvo che il diritto dell’Unione o degli Stati membri preveda la conservazione dei dati”