DEONTOLOGIA AMMINISTRAZIONE CONDOMINIALE

In data 12 Febbraio 2019 l’amministratore Francesco Ristori Monaco ha presentato domanda di adesione ad ALAC (Associazione Liberi Amministratori Condominiali) sottoscrivendone il codice deontologico.

1)L’Amministratore nell’adempimento del proprio mandato deve agire con la diligenza del buon padre di famiglia.

2) Nei rapporti con i condomini deve attenersi ad un comportamento improntato alla civiltà, alla lealtà, alla trasparenza ed alla cortesia; Se interpellato per una qualsiasi questione, è tenuto a dare le dovute spiegazioni e, se richiesto, per iscritto;

3)Nel caso intervenga in discussioni tra condomini è tenuto alla più assoluta imparzialità e deve astenersi da ogni intervento nell’ipotesi in cui abbia un interesse attivo anche indiretto

4) è tenuto in ogni caso alla più assoluta sincerità

5) è tenuto a custodire con ordine e precisione la documentazione e a compilare i registri in maniera esatta e irreprensibile

6) è tenuto, su richiesta e a spese del condomino richiedente, a fornire copia di tutta la documentazione che egli custodisce in forza del suo mandato.

7) è tenuto, nel caso in cui sia chiamato a compilare il verbale di assemblea (incarico che molto opportunamente dovrebbe sempre rifiutare) alla sua stesura in maniera ordinata, precisa e veritiera, non omettendo di riportare i singoli interventi;

8) è tenuto a riunire con puntualità l’assemblea ordinaria ed è tenuto a riunire quella straordinaria sempre nel caso lo richiedano i condomini con la maggioranza di legge e comunque anche nel caso di richiesta da parte di uno solo, fatte salve le ipotesi in cui sia palesemente inopportuno

9) è tenuto, qualora sia ecaduto per scadenza dei termini o revoca, a riconsegnare immediatamente tutta la documentazione in suo possesso, e ciò anche nell’ipotesi in cui possa vantare dei crediti nei confronti dei condomini;

10) è tenuto, al termine di ogni gestione e puntualmente, alla redazione del rendiconto che dovrà inviare con congruo anticipo ai condomini prima della assemblea di approvazione; deve inoltre permettere l’accesso alla documentazione ad ogni condomino e, a richiesta, fornire copia della documentazione;

11)Nei rapporti con terzi e fornitori, deve perseguire soltanto l’interesse della collettività condominiale; deve astenersi inoltre dal ricevere somme o regalie sotto qualsiasi forma

12) è tenuto infine all’osservazione delle norme di legge affinché non derivino conseguenze dannose ai condomini, conseguenti ad azioni, omissioni o ritardi.